Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



La bellezza delle cose finisce per arrendersi dinnanzi alla tua bellezza

Vincenzo Liguori

Molto più dello splendore di uno sparso sole
il tuo riflesso nelle mute
acque che spazzano via la sete.
L’ odore acerbo della primavera
che trepidamente s’affaccia
dalla ringhiera del cielo
per saltare giù sul mio cuore.
A rami spolpati dal tempo;
a foglie ingiallite...
penzolanti mani mie sul seno tuo.
A ciò che resta di altre forme e nomi
quando le labbra mie alle labbra tue s’avvicinano;
quando le vene si fendono d’improvviso...
si spalanco tutte le vie di fuga
degli occhi miei su te...
si incurvano per la troppa luce.
Al rosso sangue impazzito
di un calore bruciante accanto a te...
non fa eco più il vento
innanzi al canto del mio amore...
La pioggia freneticamente cade giù;
confusamente le acque del mare...
caoticamente le correnti d’aria
ardentemente in cerca...
l’abbraccio di queste mie mani nelle tue...
E non si distingue più
le acque di su alle acque di giù...
quando io e te siamo
mani che cadono lunghe le vene
vasi comunicanti delle labbra...
arterie di mischiato odore nostro.
Il tuo sapore sulla mia pelle
il mio sudore sul tuo petto...
si sparge tutt’intorno
come pezzi d’azzurro caduto dal cielo.
Come onda di mare di inteso turchino
confuso nell'inteso giallo della parte superiore...
e il mare si allunga e lascia in affanno il sole
e il sole che rincorre le labbra...
e le labbra affondano lì...
sulla mia carne la bellezza della danza
della luna che rincorre
il tuo sonno accanto al mio sonno.
E io ti vedo tra le immobili foglie.
Nel lento cadere della sera ti scorgo.
Nel girovagare della danza del vento col polline;
nel passaggio dei giorni;
nel ribadire alle notti il nome delle stelle;
nel delirio del sole...
nel cerchio danzante della luna...
e non posso pensare,
né parlare, né capire
l’istante in cui la pioggia si srotola a terra
e la bellezza delle cose finisce per arrendersi
dinnanzi alla tua bellezza.

Vincenzo Liguori | Poesia pubblicata il 12/09/17 | 101 letture | 1 commenti |

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Vincenzo LiguoriPrecedente di Vincenzo Liguori >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 

1 commenti degli altri autori a questa poesia:

«Un decantare la bellezza di un amore, di una donna, che cerca termini di paragone nella bellezza del creato attraverso le immagini di una natura che vive e che palpita intorno e sembrerebbe... solo per "lei". Una vis poetica tanto fluida quanto evocativa ed un climax ascendente attraverso versi che si susseguono passionalmente fino ad una chiusa catturante. Il mio elogio.»
Luciano Capaldo (12/09/2017)

  
Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

Vincenzo Liguori ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 25 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Sulla soglia dei miei anni (22/01/16)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Se fossi nato da te (28/10/17)

Una proposta:
 
Nella è mutato e nulla è cambiato quando sei giunta a me (02/10/17)

La poesia più letta:
 
Se mai un giorno dovessimo separarci (25/01/16, 1167 letture)


  


Vincenzo Liguori

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

25 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…






Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: