Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Se non la smetti ti taglio le mani

sergio garbellini

“Stanotte mentre dormi
ti taglierò le mani,
non voglio che mi tocchi!
Così all’indomani

potrò dormire a lungo
e non avrò paura
che mi ghermisci senza
la minima premura,

almeno al mio risveglio
mi sentirò tranquilla,
sennò m’afferri sempre
al pari di un’anguilla,

mi tocchi in ogni parte,
mi stringi forte il petto,
poi scendi in modo lesto
e senza alcun rispetto

invadi la mia parte
più intima e nascosta,
pur quando qualche volta
risulta assai indisposta!

Sei troppo prepotente,
sei cinico, violento,
e la mattina presto
mi cerchi ogni momento,

però non pensi mai
che io sto riposando
e quando il corpo è stanco,
in modo miserando,

mi rendi assai nervosa!
Ti taglierò le mani,
perché hai troppo ardore
e modi grossolani! ”

Rispose suo marito:
“Io vivo d’emozione,
non posso farci niente,
mi spinge la passione!

Va bene, senza mani
non potrò lavorare
e mi sarà impedito
a letto di ‘giocare’!

Gli abbracci, le carezze,
le coccole divine,
gli stimoli del sesso
l’amore senza fine!

Va bene, m’addormento,
tu tagliami le mani!
Però stai dimostrando
affetti ... disumani! ”

La moglie gli rispose:
“E’ vero ed hai ragione!
Ma tu mi svegli sempre
in preda alla passione

ed io vorrei dormire
almen per una volta,
sennò mi sveglio male
e resto poi sconvolta!

Facciamolo di sera
appena andiamo a letto,
però non ti eccitare
e fallo con rispetto!

Tu mi strapazzi troppo,
mi sento in tuo possesso ...,
invece io vorrei ...
partecipare al sesso! ”

Il coniuge sorpreso
da quella strana frase
capì che la consorte
andava ... fuori fase

e non partecipava
all’atto coniugale,
le disse in modo serio:
“M’hai fatto proprio male!

Però tu hai ragione!
Mi devo trattenere
e amarti dolcemente
per farti compiacere! ”

sergio garbellini | Poesia pubblicata il 12/03/20 | 250 letture |

Nota dell'autore:

«Ci sono donne che devono sottostare all’intemperanza del loro uomo in fatto di eccessi sessuali e non partecipano mai all’azione compiacente, qui la moglie stanca di questa situazione anomala rivela al marito il suo ostracismo per quelle azioni che non hanno nulla a che vedere con l’amore. Lui colpito dalla confessione si rende conto di non dare alla consorte l’input alla compiacenza e medita di cambiare atteggiamento, ma c’è voluto l’intervento della donna per fargli capire che l’amore deve essere partecipazione sentimentale e non una forzatura sessuale.»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 

I commenti dei lettori alla poesia:

Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
 
Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

sergio garbellini ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 551 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
La prima volta ... di una donna (18/02/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Non tutti i mali vengono per nuocere (03/06/20)

Una proposta:
 
La donna se le conviene cambia opinione (30/05/20)

La poesia più letta:
 
"Regàlami una favola d'amore! " (16/03/13, 10619 letture)


  


sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

551 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!






Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: