Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Sono un erettile

Adrian Suciu

Sono un erettile camminando verso te
un erettile trascinato seconde le leggi incomprese
delle balene e altre mille specie.
Trascinato nella burrasca verso te
lì dove le mie vene intrecciano le tue
e ogni tuo osso cresce dalle miei cartilagini.
Tutti hanno scritto poemi sul sesso.
Hanno tagliato mille foreste per le loro parole.
Hanno raccontato nei bar e hanno fatto dei film con pause di dialogo.
Io sono un erettile trascinato verso te
e bestemmio per le strade deserte: vorrei trovare almeno due astronomi
da portare ai piedi del nostro letto.
Sono sicuro che potrebbero capire il segreto della dissoluzione finale
e assistere al grandioso spettacolo di un buco nero divorando un altro buco nero. Anni luce per perdersi in ogni tua particella e mille stelle sono morte
per poter stare nudi faccia a faccia.
Fra montagne di anni ci guarderemo
tra le stelle sparse in morte riconoscendoti da lontano.
Ma ora sono solo un erettile trascinato verso te
li dove le vene scoppiano e le ossa bruciano come legna nel fuoco.
Questo letto contiene mappe per le quali sarebbero invidiosi tutti i cercatori di tesori. Non scriverò più del sesso con te. E' l'ultima volta.
Sono un erettile trascinato verso te
ogni pensiero è una rovina, ogni ricordo una tortura.
Ma tu tutto questo lo sai.
Scrivo per quelli che non hanno mai vissuto l'orgasmo assediato dagli strappi, coltelli nel cuore, dolori nello stomaco, allucinanti luci sulle retini.
Per quelli che non hanno sentito bruciare i loro occhi e sanguinare le loro labbra.
E noi che abbiamo vissuto tutto questo e altro vivremo il resto in silenzio.
Un pensiero fugace porterà lo svenimento e l'umidità dentro di noi
sia che saremo anonimi tra la gente o in fila agli sportelli per pagare le tasse,
sia che accarezzeremo i parenti o i cani, oppure faremo sesso con gli altri.
Non ho scritto tutto questo perché pazzo.
Sono un erettile perso, una bussola senza Nord
e non potrei mai raccontare niente a nessuno.
Sarei ridicolo come San Giovanni che lotta con uno scarafaggio.

Adrian Suciu | Poesia pubblicata il 01/06/10 | 2726 letture | 2 commenti |

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Adrian SuciuPrecedente di Adrian Suciu >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 

2 commenti degli altri autori a questa poesia:

«Vero: molto originale come idea e come composizione. Trovo il commento di Clodia assorbente rispetto a ciò che penso. Lo condivido. Complimenti all'autore.»
mario calzolaro (02/06/2010)

   «Anche se la disposizione del testo è un po' troppo compatta - a mio modesto giudizio - quindi vicina alla prosa e nonostante qualcosa della forma sia, credo, da rivedere, trovo questo testo di grande forza espressiva e di notevole impatto. Il discorso poetico si snoda con immagini originalissime, lucide ma misteriose, e coinvolge il lettore fino all'efficace finale. Innovativa.»
(01/06/2010)


Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

Adrian Suciu ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 5 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Il segno del dente (27/05/10)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Rimanga tra noi (16/06/10)

Una proposta:
 
Sono un erettile (01/06/10)

La poesia più letta:
 
Rimanga tra noi (16/06/10, 3900 letture)


  


Adrian Suciu

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Pubblica in…

Ha una biografia…

Adrian Suciu Leggi la biografia di questo autore!






Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: